Hotel Roma, Manifestations Meetings Music Sport Theater Exhibitions

Hotel 4 stelle Roma, San Lorenzo, Hotel di Charme
Check -in Nights Rooms Type Rooms Numbers Promotional Code

 

faceBook hotel Rome

Rom hotel Sonderangebote
We've got 2 nice rooms on the 3rd floor (306, 307) which were really nice and clean. 306 a little bit smaller with the toilet a bit too closed to the sink. There is a little market every morning that ..by Venere"




 

GIULIO QUESTI ● I CORTI - Prima parte

2014-05-02

I CORTI - PRIMA PARTE (tot. 71’) DOCTOR SCHIZO E MISTER PHRENIC Italia, 2002, 15’ In genere le convivenze sono difficili. Ma ancora più difficile è la convivenza col proprio doppio se una persona vive sola. In questo caso la schizofrenia è in agguato in ogni angolo della casa. Il doppio si aggira esasperato per l’appartamento cercando una soluzione: una pallottola, una overdose di farmaci, una baionetta. A operazione compiuta non resta che chiamare il commissariato. Realizzato, diretto, interpretato da: Giulio Questi Produzione: Solipso Film Formato: Digi BETA Pal, 4/3 ‐ colore © 2002 Solipso Film / Giulio Questi. © 2007 RIPLEY’S FILM Srl. Tutti i diritti riservati. Distribuito su licenza Solipso Film / Giulio Questi. LETTERA DA SALAMANCA Italia, 2003, 21’ Nel cuore della notte mentre il protagonista è intento a sfogliare un libro, qualcuno suona alla porta. È un misterioso uomo senza volto latore di una lettera da parte del consiglio della Facoltà di Teologia dell’Università di Salamanca. Per un istante il padrone di casa si illude che sia l’offerta per una laurea “honoris causa”. Nella busta sigillata c’è la data della sua morte, già trascorsa da alcuni giorni... Realizzato, diretto, interpretato da: Giulio Questi Produzione: Solipso Film Formato: Digi BETA Pal, 4/3 ‐ colore © 2003 Solipso Film / Giulio Questi. © 2007 RIPLEY’S FILM Srl. Tutti i diritti riservati. Distribuito su licenza Solipso Film / Giulio Questi. MYSTERIUM NOCTIS Italia, 2004, 35’ Un black out senza fine. Non solo la propria casa, il mondo intero è al buio. Alla luce delle candele il protagonista tiene un diario, e in quella notte eterna assediato da fantasmi e paure anche il suo organismo si modifica. Assediato da rumori e immagini si trascina in una notte eterna, poi improvvisamente qualcuno suona alla porta. Apre. Nella luce del giorno viene assalito da un fiume di parole. È un promotore di elettrodomestici con offerte mirabolanti. La lunga notte è finita. La normalità è tornata. Quale normalità? Realizzato, diretto, interpretato da: Giulio Questi Produzione: Solipso Film Formato: Digi BETA Pal, 4/3 ‐ colore © 2004 Solipso Film / Giulio Questi. © 2007 RIPLEY’S FILM Srl. Tutti i diritti riservati. Distribuito su licenza Solipso Film.

GIULIO QUESTI ● I CORTI - Seconda parte

2014-05-02

I CORTI – SECONDA PARTE, 79' REPRESSIONE IN CITTÀ Italia, 2005, 26' Pomeriggio d’estate in città, una visita improvvisa: è la società del gas che procede a un controllo dei consumi. Il proprietario si scontra con le ferree regole della burocrazia e del suo linguaggio: l’utente, la procedura, la fattura, la prassi. Il protagonista colto di sorpresa è sottoposto a un interrogatorio che arriva fino alla tortura fisica. Realizzato, diretto, interpretato da: Giulio Questi Produzione: Solipso Film Formato: Digi BETA Pal, 4/3 ‐ colore © 2005 Solipso Film / Giulio Questi. © 2007 RIPLEY’S FILM Srl. Tutti i diritti riservati. Distribuito su licenza Solipso Film / Giulio Questi. TATATATANGO Italia, 2003, 14' Sesso pallottole sangue. Tatatatango. Un massacro a casa mia. Un dramma della gelosia. Una donna e tre uomini. Tre cadaveri e sangue ovunque. Arriva un commissario di polizia con il suo assistente sciocco. Un caso di difficile lettura. Psicanalisi o indagini scientifiche? Di più, di più. Occorre la consulenza teologica dell’Arcivescovado. Realizzato, diretto, interpretato da: Giulio Questi Produzione: Solipso Film Formato: Digi BETA Pal, 4/3 ‐ colore © 2003 Solipso Film / Giulio Questi. © 2007 RIPLEY’S FILM Srl. Tutti i diritti riservati. Distribuito su licenza Solipso Film / Giulio Questi. VACANZE CON ALICE Italia, 2005, 14' Il protagonista è immerso nella lettura di Alice nel paese delle meraviglie, quando improvvisamente una bambina “dagli occhi di sogno e di chimera” appare alla finestra in cerca di aiuto. Realizzato, diretto, interpretato da: Giulio Questi Special guest: Pauline Mancini Produzione: Solipso Film Formato: Digi BETA Pal, 4/3 ‐ colore © 2005 Solipso Film / Giulio Questi. © 2007 RIPLEY’S FILM Srl. Tutti i diritti riservati. Distribuito su licenza Solipso Film / Giulio Questi. VISITORS Italia, 2007, 21' Fantasmi notturni tormentano il protagonista e lo riportano al suo passato, agli anni della guerra partigiana. I morti di allora ritornano a ricordare al protagonista che non possono scomparire finché è ancora vivo qualcuno che li ha conosciuti da vivi, e li ha anche ammazzati. Gli offrono una berretta a sua scelta e lo invitano a raggiungere l’astronave dell’ammiraglio Crosius che sta facendo il giro di tutti i cimiteri a raccogliere i fantasmi di quella generazione, per portarli in un buco nero... Note di regia Alla base di tutto c’è stata la mia esperienza, io ho fatto la guerra partigiana per due anni interi, ho passato due inverni in montagna, nelle alte valli Bergamaschi, in Valtellina sui crinali della Valtellina e ho militato in formazioni armate per due anni interi con scontri a fuoco, con rastrellamenti subiti, imboscate portate a termine. Lì contro di noi c’erano le brigate nere fasciste, i tedeschi venivano quasi dimenticati per lo meno nella zona dove mi trovavo io perché di fronte avevamo i reparti fascisti della Repubblica di Salò. Per cui questa guerra io l’ho molto sentita perché avevo 19 anni insomma e direi che mi sono affacciato alla vita adulta con la guerra, non con altre cose e per me è stata una specie di grande educazione per tutto verso la vita, la morte. Ho avute anche offerte di fare film poi anni dopo sull’argomento della Resistenza, ed io stranamente mi sono sempre tirato indietro perché non me la sentivo, perché finché questa esperienza stava nella mia memoria andava tutto bene, ho persino scritto dei racconti , ma scrivere racconti è un’altra cosa, è un gioco proprio con la tua memoria che rimane intatta, disponibile sempre, tramutare questo in un film non me lo sono mai sentito, perché mi sembrava quasi di demolire la memoria, e per cui non l’ho mai fatto, anche se poi questa mia esperienza ha influenzato il mio cinema perché per esempio quel western: Se sei vivo spara, nella sua ferocia particolare, nel suo senso della morte, nel suo senso dell’avventura anche verso la morte, verso lo scontro, nasce un po’ da quella mia esperienza di guerra. Perché sono venuti questi visitors, questi morti? Sono venuti a chiedere diciamo…un gesto di chiusura, non di riappacificazione ma di chiusura…. Di chiusura esistenziale ideologica della guerra, chiudiamola con questa generazione ecco…ne rimangono gli ultimi, venite anche voi con tutti noi a scomparire per sempre e gli offrono una berretta a sua scelta se li vuole seguire perché c’è l’astronave dell’ammiraglio Crosius che sta facendo il giro di tutti i cimiteri a raccogliere i fantasmi di quella generazione, per portarli via in un buco nero, nel nulla insomma, per cui è un invito alla scomparsa esistenziale ideologica dall’argomento e lasciare i dibattiti della storia a quelli che quella guerra non l’hanno fatta, che sono venuti dopo e chissà per quanto tempo ancora continueranno a discutere di quella storia. Giulio Questi Realizzato, diretto, interpretato da: Giulio Questi Produzione: Solipso Film Formato: Digi BETA Pal, 4/3 ‐ colore

IL CINEMA DIGITALE SECONDO GIULIO QUESTI di Stefano Consiglio

2014-05-03

IL CINEMA DIGITALE SECONDO GIULIO QUESTI di Stefano Consiglio Italia, 2007, 52’ Quando, essendo suo amico da tanti anni, ho avuto il privilegio di vedere i corti digitali di Giulio Questi due cose mi hanno colpito con grande forza. La prima è che il soggetto di quei piccoli e bellissimi film non è solo quello che raccontano, ma il modo, il processo, l’energia, quasi fisica, di quel raccontare. Una sorta di “action shooting”, per parafrasare l’”action painting”: dove l’opera che ne risulta enfatizza l’atto fisico del fare creativo (del dipingere o del girare che sia). Quello che resta insomma, cioè il film, è una specie di residuo del lavoro effettivo dellʹarte, lavoro che sta nellʹatto del processo della creazione dell’oggetto artistico. La seconda cosa che mi ha colpito – conseguenza… o forse premessa della prima, chissà? Non saprei dire! – è stata la sensazione che Giulio facendo quei piccoli film in digitale stesse (re)inventando il cinema. Quanto meno il suo. È intorno a queste due forti emozioni che ho sentito il bisogno di far ruotare la mia conversazione con lui. Stefano Consiglio Montaggio: Silvia di Domenico Operatore: Raoul Torresi Produzione: RIPLEY’S FILM con Stefano Consiglio e Silvia Di Domenico Formato: Beta Digital Pal; 4/3 - colore © 2007 RIPLEY’S FILM Srl. Tutti i diritti riservati.

GIULIO QUESTI ● I CORTI - Prima parte

2014-05-04

I CORTI - PRIMA PARTE (tot. 71’) DOCTOR SCHIZO E MISTER PHRENIC Italia, 2002, 15’ In genere le convivenze sono difficili. Ma ancora più difficile è la convivenza col proprio doppio se una persona vive sola. In questo caso la schizofrenia è in agguato in ogni angolo della casa. Il doppio si aggira esasperato per l’appartamento cercando una soluzione: una pallottola, una overdose di farmaci, una baionetta. A operazione compiuta non resta che chiamare il commissariato. Realizzato, diretto, interpretato da: Giulio Questi Produzione: Solipso Film Formato: Digi BETA Pal, 4/3 ‐ colore © 2002 Solipso Film / Giulio Questi. © 2007 RIPLEY’S FILM Srl. Tutti i diritti riservati. Distribuito su licenza Solipso Film / Giulio Questi. LETTERA DA SALAMANCA Italia, 2003, 21’ Nel cuore della notte mentre il protagonista è intento a sfogliare un libro, qualcuno suona alla porta. È un misterioso uomo senza volto latore di una lettera da parte del consiglio della Facoltà di Teologia dell’Università di Salamanca. Per un istante il padrone di casa si illude che sia l’offerta per una laurea “honoris causa”. Nella busta sigillata c’è la data della sua morte, già trascorsa da alcuni giorni... Realizzato, diretto, interpretato da: Giulio Questi Produzione: Solipso Film Formato: Digi BETA Pal, 4/3 ‐ colore © 2003 Solipso Film / Giulio Questi. © 2007 RIPLEY’S FILM Srl. Tutti i diritti riservati. Distribuito su licenza Solipso Film / Giulio Questi. MYSTERIUM NOCTIS Italia, 2004, 35’ Un black out senza fine. Non solo la propria casa, il mondo intero è al buio. Alla luce delle candele il protagonista tiene un diario, e in quella notte eterna assediato da fantasmi e paure anche il suo organismo si modifica. Assediato da rumori e immagini si trascina in una notte eterna, poi improvvisamente qualcuno suona alla porta. Apre. Nella luce del giorno viene assalito da un fiume di parole. È un promotore di elettrodomestici con offerte mirabolanti. La lunga notte è finita. La normalità è tornata. Quale normalità? Realizzato, diretto, interpretato da: Giulio Questi Produzione: Solipso Film Formato: Digi BETA Pal, 4/3 ‐ colore © 2004 Solipso Film / Giulio Questi. © 2007 RIPLEY’S FILM Srl. Tutti i diritti riservati. Distribuito su licenza Solipso Film.

GIULIO QUESTI ● I CORTI - Seconda parte

2014-05-04

I CORTI – SECONDA PARTE, 79' REPRESSIONE IN CITTÀ Italia, 2005, 26' Pomeriggio d’estate in città, una visita improvvisa: è la società del gas che procede a un controllo dei consumi. Il proprietario si scontra con le ferree regole della burocrazia e del suo linguaggio: l’utente, la procedura, la fattura, la prassi. Il protagonista colto di sorpresa è sottoposto a un interrogatorio che arriva fino alla tortura fisica. Realizzato, diretto, interpretato da: Giulio Questi Produzione: Solipso Film Formato: Digi BETA Pal, 4/3 ‐ colore © 2005 Solipso Film / Giulio Questi. © 2007 RIPLEY’S FILM Srl. Tutti i diritti riservati. Distribuito su licenza Solipso Film / Giulio Questi. TATATATANGO Italia, 2003, 14' Sesso pallottole sangue. Tatatatango. Un massacro a casa mia. Un dramma della gelosia. Una donna e tre uomini. Tre cadaveri e sangue ovunque. Arriva un commissario di polizia con il suo assistente sciocco. Un caso di difficile lettura. Psicanalisi o indagini scientifiche? Di più, di più. Occorre la consulenza teologica dell’Arcivescovado. Realizzato, diretto, interpretato da: Giulio Questi Produzione: Solipso Film Formato: Digi BETA Pal, 4/3 ‐ colore © 2003 Solipso Film / Giulio Questi. © 2007 RIPLEY’S FILM Srl. Tutti i diritti riservati. Distribuito su licenza Solipso Film / Giulio Questi. VACANZE CON ALICE Italia, 2005, 14' Il protagonista è immerso nella lettura di Alice nel paese delle meraviglie, quando improvvisamente una bambina “dagli occhi di sogno e di chimera” appare alla finestra in cerca di aiuto. Realizzato, diretto, interpretato da: Giulio Questi Special guest: Pauline Mancini Produzione: Solipso Film Formato: Digi BETA Pal, 4/3 ‐ colore © 2005 Solipso Film / Giulio Questi. © 2007 RIPLEY’S FILM Srl. Tutti i diritti riservati. Distribuito su licenza Solipso Film / Giulio Questi. VISITORS Italia, 2007, 21' Fantasmi notturni tormentano il protagonista e lo riportano al suo passato, agli anni della guerra partigiana. I morti di allora ritornano a ricordare al protagonista che non possono scomparire finché è ancora vivo qualcuno che li ha conosciuti da vivi, e li ha anche ammazzati. Gli offrono una berretta a sua scelta e lo invitano a raggiungere l’astronave dell’ammiraglio Crosius che sta facendo il giro di tutti i cimiteri a raccogliere i fantasmi di quella generazione, per portarli in un buco nero... Note di regia Alla base di tutto c’è stata la mia esperienza, io ho fatto la guerra partigiana per due anni interi, ho passato due inverni in montagna, nelle alte valli Bergamaschi, in Valtellina sui crinali della Valtellina e ho militato in formazioni armate per due anni interi con scontri a fuoco, con rastrellamenti subiti, imboscate portate a termine. Lì contro di noi c’erano le brigate nere fasciste, i tedeschi venivano quasi dimenticati per lo meno nella zona dove mi trovavo io perché di fronte avevamo i reparti fascisti della Repubblica di Salò. Per cui questa guerra io l’ho molto sentita perché avevo 19 anni insomma e direi che mi sono affacciato alla vita adulta con la guerra, non con altre cose e per me è stata una specie di grande educazione per tutto verso la vita, la morte. Ho avute anche offerte di fare film poi anni dopo sull’argomento della Resistenza, ed io stranamente mi sono sempre tirato indietro perché non me la sentivo, perché finché questa esperienza stava nella mia memoria andava tutto bene, ho persino scritto dei racconti , ma scrivere racconti è un’altra cosa, è un gioco proprio con la tua memoria che rimane intatta, disponibile sempre, tramutare questo in un film non me lo sono mai sentito, perché mi sembrava quasi di demolire la memoria, e per cui non l’ho mai fatto, anche se poi questa mia esperienza ha influenzato il mio cinema perché per esempio quel western: Se sei vivo spara, nella sua ferocia particolare, nel suo senso della morte, nel suo senso dell’avventura anche verso la morte, verso lo scontro, nasce un po’ da quella mia esperienza di guerra. Perché sono venuti questi visitors, questi morti? Sono venuti a chiedere diciamo…un gesto di chiusura, non di riappacificazione ma di chiusura…. Di chiusura esistenziale ideologica della guerra, chiudiamola con questa generazione ecco…ne rimangono gli ultimi, venite anche voi con tutti noi a scomparire per sempre e gli offrono una berretta a sua scelta se li vuole seguire perché c’è l’astronave dell’ammiraglio Crosius che sta facendo il giro di tutti i cimiteri a raccogliere i fantasmi di quella generazione, per portarli via in un buco nero, nel nulla insomma, per cui è un invito alla scomparsa esistenziale ideologica dall’argomento e lasciare i dibattiti della storia a quelli che quella guerra non l’hanno fatta, che sono venuti dopo e chissà per quanto tempo ancora continueranno a discutere di quella storia. Giulio Questi Realizzato, diretto, interpretato da: Giulio Questi Produzione: Solipso Film Formato: Digi BETA Pal, 4/3 ‐ colore

GIULIO QUESTI ● I CORTI - Prima parte

2014-05-03

I CORTI - PRIMA PARTE (tot. 71’) DOCTOR SCHIZO E MISTER PHRENIC Italia, 2002, 15’ In genere le convivenze sono difficili. Ma ancora più difficile è la convivenza col proprio doppio se una persona vive sola. In questo caso la schizofrenia è in agguato in ogni angolo della casa. Il doppio si aggira esasperato per l’appartamento cercando una soluzione: una pallottola, una overdose di farmaci, una baionetta. A operazione compiuta non resta che chiamare il commissariato. Realizzato, diretto, interpretato da: Giulio Questi Produzione: Solipso Film Formato: Digi BETA Pal, 4/3 ‐ colore © 2002 Solipso Film / Giulio Questi. © 2007 RIPLEY’S FILM Srl. Tutti i diritti riservati. Distribuito su licenza Solipso Film / Giulio Questi. LETTERA DA SALAMANCA Italia, 2003, 21’ Nel cuore della notte mentre il protagonista è intento a sfogliare un libro, qualcuno suona alla porta. È un misterioso uomo senza volto latore di una lettera da parte del consiglio della Facoltà di Teologia dell’Università di Salamanca. Per un istante il padrone di casa si illude che sia l’offerta per una laurea “honoris causa”. Nella busta sigillata c’è la data della sua morte, già trascorsa da alcuni giorni... Realizzato, diretto, interpretato da: Giulio Questi Produzione: Solipso Film Formato: Digi BETA Pal, 4/3 ‐ colore © 2003 Solipso Film / Giulio Questi. © 2007 RIPLEY’S FILM Srl. Tutti i diritti riservati. Distribuito su licenza Solipso Film / Giulio Questi. MYSTERIUM NOCTIS Italia, 2004, 35’ Un black out senza fine. Non solo la propria casa, il mondo intero è al buio. Alla luce delle candele il protagonista tiene un diario, e in quella notte eterna assediato da fantasmi e paure anche il suo organismo si modifica. Assediato da rumori e immagini si trascina in una notte eterna, poi improvvisamente qualcuno suona alla porta. Apre. Nella luce del giorno viene assalito da un fiume di parole. È un promotore di elettrodomestici con offerte mirabolanti. La lunga notte è finita. La normalità è tornata. Quale normalità? Realizzato, diretto, interpretato da: Giulio Questi Produzione: Solipso Film Formato: Digi BETA Pal, 4/3 ‐ colore © 2004 Solipso Film / Giulio Questi. © 2007 RIPLEY’S FILM Srl. Tutti i diritti riservati. Distribuito su licenza Solipso Film.

GIULIO QUESTI ● I CORTI - Seconda parte

2014-05-03

I CORTI – SECONDA PARTE, 79' REPRESSIONE IN CITTÀ Italia, 2005, 26' Pomeriggio d’estate in città, una visita improvvisa: è la società del gas che procede a un controllo dei consumi. Il proprietario si scontra con le ferree regole della burocrazia e del suo linguaggio: l’utente, la procedura, la fattura, la prassi. Il protagonista colto di sorpresa è sottoposto a un interrogatorio che arriva fino alla tortura fisica. Realizzato, diretto, interpretato da: Giulio Questi Produzione: Solipso Film Formato: Digi BETA Pal, 4/3 ‐ colore © 2005 Solipso Film / Giulio Questi. © 2007 RIPLEY’S FILM Srl. Tutti i diritti riservati. Distribuito su licenza Solipso Film / Giulio Questi. TATATATANGO Italia, 2003, 14' Sesso pallottole sangue. Tatatatango. Un massacro a casa mia. Un dramma della gelosia. Una donna e tre uomini. Tre cadaveri e sangue ovunque. Arriva un commissario di polizia con il suo assistente sciocco. Un caso di difficile lettura. Psicanalisi o indagini scientifiche? Di più, di più. Occorre la consulenza teologica dell’Arcivescovado. Realizzato, diretto, interpretato da: Giulio Questi Produzione: Solipso Film Formato: Digi BETA Pal, 4/3 ‐ colore © 2003 Solipso Film / Giulio Questi. © 2007 RIPLEY’S FILM Srl. Tutti i diritti riservati. Distribuito su licenza Solipso Film / Giulio Questi. VACANZE CON ALICE Italia, 2005, 14' Il protagonista è immerso nella lettura di Alice nel paese delle meraviglie, quando improvvisamente una bambina “dagli occhi di sogno e di chimera” appare alla finestra in cerca di aiuto. Realizzato, diretto, interpretato da: Giulio Questi Special guest: Pauline Mancini Produzione: Solipso Film Formato: Digi BETA Pal, 4/3 ‐ colore © 2005 Solipso Film / Giulio Questi. © 2007 RIPLEY’S FILM Srl. Tutti i diritti riservati. Distribuito su licenza Solipso Film / Giulio Questi. VISITORS Italia, 2007, 21' Fantasmi notturni tormentano il protagonista e lo riportano al suo passato, agli anni della guerra partigiana. I morti di allora ritornano a ricordare al protagonista che non possono scomparire finché è ancora vivo qualcuno che li ha conosciuti da vivi, e li ha anche ammazzati. Gli offrono una berretta a sua scelta e lo invitano a raggiungere l’astronave dell’ammiraglio Crosius che sta facendo il giro di tutti i cimiteri a raccogliere i fantasmi di quella generazione, per portarli in un buco nero... Note di regia Alla base di tutto c’è stata la mia esperienza, io ho fatto la guerra partigiana per due anni interi, ho passato due inverni in montagna, nelle alte valli Bergamaschi, in Valtellina sui crinali della Valtellina e ho militato in formazioni armate per due anni interi con scontri a fuoco, con rastrellamenti subiti, imboscate portate a termine. Lì contro di noi c’erano le brigate nere fasciste, i tedeschi venivano quasi dimenticati per lo meno nella zona dove mi trovavo io perché di fronte avevamo i reparti fascisti della Repubblica di Salò. Per cui questa guerra io l’ho molto sentita perché avevo 19 anni insomma e direi che mi sono affacciato alla vita adulta con la guerra, non con altre cose e per me è stata una specie di grande educazione per tutto verso la vita, la morte. Ho avute anche offerte di fare film poi anni dopo sull’argomento della Resistenza, ed io stranamente mi sono sempre tirato indietro perché non me la sentivo, perché finché questa esperienza stava nella mia memoria andava tutto bene, ho persino scritto dei racconti , ma scrivere racconti è un’altra cosa, è un gioco proprio con la tua memoria che rimane intatta, disponibile sempre, tramutare questo in un film non me lo sono mai sentito, perché mi sembrava quasi di demolire la memoria, e per cui non l’ho mai fatto, anche se poi questa mia esperienza ha influenzato il mio cinema perché per esempio quel western: Se sei vivo spara, nella sua ferocia particolare, nel suo senso della morte, nel suo senso dell’avventura anche verso la morte, verso lo scontro, nasce un po’ da quella mia esperienza di guerra. Perché sono venuti questi visitors, questi morti? Sono venuti a chiedere diciamo…un gesto di chiusura, non di riappacificazione ma di chiusura…. Di chiusura esistenziale ideologica della guerra, chiudiamola con questa generazione ecco…ne rimangono gli ultimi, venite anche voi con tutti noi a scomparire per sempre e gli offrono una berretta a sua scelta se li vuole seguire perché c’è l’astronave dell’ammiraglio Crosius che sta facendo il giro di tutti i cimiteri a raccogliere i fantasmi di quella generazione, per portarli via in un buco nero, nel nulla insomma, per cui è un invito alla scomparsa esistenziale ideologica dall’argomento e lasciare i dibattiti della storia a quelli che quella guerra non l’hanno fatta, che sono venuti dopo e chissà per quanto tempo ancora continueranno a discutere di quella storia. Giulio Questi Realizzato, diretto, interpretato da: Giulio Questi Produzione: Solipso Film Formato: Digi BETA Pal, 4/3 ‐ colore

Incontro con Giulio Questi - a seguire I CORTI - Seconda parte

2014-04-29

Incontro con Giulio Questi a seguire I CORTI – SECONDA PARTE, 79' REPRESSIONE IN CITTÀ Italia, 2005, 26' Pomeriggio d’estate in città, una visita improvvisa: è la società del gas che procede a un controllo dei consumi. Il proprietario si scontra con le ferree regole della burocrazia e del suo linguaggio: l’utente, la procedura, la fattura, la prassi. Il protagonista colto di sorpresa è sottoposto a un interrogatorio che arriva fino alla tortura fisica. Realizzato, diretto, interpretato da: Giulio Questi Produzione: Solipso Film Formato: Digi BETA Pal, 4/3 ‐ colore © 2005 Solipso Film / Giulio Questi. © 2007 RIPLEY’S FILM Srl. Tutti i diritti riservati. Distribuito su licenza Solipso Film / Giulio Questi. TATATATANGO Italia, 2003, 14' Sesso pallottole sangue. Tatatatango. Un massacro a casa mia. Un dramma della gelosia. Una donna e tre uomini. Tre cadaveri e sangue ovunque. Arriva un commissario di polizia con il suo assistente sciocco. Un caso di difficile lettura. Psicanalisi o indagini scientifiche? Di più, di più. Occorre la consulenza teologica dell’Arcivescovado. Realizzato, diretto, interpretato da: Giulio Questi Produzione: Solipso Film Formato: Digi BETA Pal, 4/3 ‐ colore © 2003 Solipso Film / Giulio Questi. © 2007 RIPLEY’S FILM Srl. Tutti i diritti riservati. Distribuito su licenza Solipso Film / Giulio Questi. VACANZE CON ALICE Italia, 2005, 14' Il protagonista è immerso nella lettura di Alice nel paese delle meraviglie, quando improvvisamente una bambina “dagli occhi di sogno e di chimera” appare alla finestra in cerca di aiuto. Realizzato, diretto, interpretato da: Giulio Questi Special guest: Pauline Mancini Produzione: Solipso Film Formato: Digi BETA Pal, 4/3 ‐ colore © 2005 Solipso Film / Giulio Questi. © 2007 RIPLEY’S FILM Srl. Tutti i diritti riservati. Distribuito su licenza Solipso Film / Giulio Questi. VISITORS Italia, 2007, 21' Fantasmi notturni tormentano il protagonista e lo riportano al suo passato, agli anni della guerra partigiana. I morti di allora ritornano a ricordare al protagonista che non possono scomparire finché è ancora vivo qualcuno che li ha conosciuti da vivi, e li ha anche ammazzati. Gli offrono una berretta a sua scelta e lo invitano a raggiungere l’astronave dell’ammiraglio Crosius che sta facendo il giro di tutti i cimiteri a raccogliere i fantasmi di quella generazione, per portarli in un buco nero... Note di regia Alla base di tutto c’è stata la mia esperienza, io ho fatto la guerra partigiana per due anni interi, ho passato due inverni in montagna, nelle alte valli Bergamaschi, in Valtellina sui crinali della Valtellina e ho militato in formazioni armate per due anni interi con scontri a fuoco, con rastrellamenti subiti, imboscate portate a termine. Lì contro di noi c’erano le brigate nere fasciste, i tedeschi venivano quasi dimenticati per lo meno nella zona dove mi trovavo io perché di fronte avevamo i reparti fascisti della Repubblica di Salò. Per cui questa guerra io l’ho molto sentita perché avevo 19 anni insomma e direi che mi sono affacciato alla vita adulta con la guerra, non con altre cose e per me è stata una specie di grande educazione per tutto verso la vita, la morte. Ho avute anche offerte di fare film poi anni dopo sull’argomento della Resistenza, ed io stranamente mi sono sempre tirato indietro perché non me la sentivo, perché finché questa esperienza stava nella mia memoria andava tutto bene, ho persino scritto dei racconti , ma scrivere racconti è un’altra cosa, è un gioco proprio con la tua memoria che rimane intatta, disponibile sempre, tramutare questo in un film non me lo sono mai sentito, perché mi sembrava quasi di demolire la memoria, e per cui non l’ho mai fatto, anche se poi questa mia esperienza ha influenzato il mio cinema perché per esempio quel western: Se sei vivo spara, nella sua ferocia particolare, nel suo senso della morte, nel suo senso dell’avventura anche verso la morte, verso lo scontro, nasce un po’ da quella mia esperienza di guerra. Perché sono venuti questi visitors, questi morti? Sono venuti a chiedere diciamo…un gesto di chiusura, non di riappacificazione ma di chiusura…. Di chiusura esistenziale ideologica della guerra, chiudiamola con questa generazione ecco…ne rimangono gli ultimi, venite anche voi con tutti noi a scomparire per sempre e gli offrono una berretta a sua scelta se li vuole seguire perché c’è l’astronave dell’ammiraglio Crosius che sta facendo il giro di tutti i cimiteri a raccogliere i fantasmi di quella generazione, per portarli via in un buco nero, nel nulla insomma, per cui è un invito alla scomparsa esistenziale ideologica dall’argomento e lasciare i dibattiti della storia a quelli che quella guerra non l’hanno fatta, che sono venuti dopo e chissà per quanto tempo ancora continueranno a discutere di quella storia. Giulio Questi Realizzato, diretto, interpretato da: Giulio Questi Produzione: Solipso Film Formato: Digi BETA Pal, 4/3 ‐ colore

IL CINEMA DIGITALE SECONDO GIULIO QUESTI

2014-05-02

IL CINEMA DIGITALE SECONDO GIULIO QUESTI di Stefano Consiglio Italia, 2007, 52’ Quando, essendo suo amico da tanti anni, ho avuto il privilegio di vedere i corti digitali di Giulio Questi due cose mi hanno colpito con grande forza. La prima è che il soggetto di quei piccoli e bellissimi film non è solo quello che raccontano, ma il modo, il processo, l’energia, quasi fisica, di quel raccontare. Una sorta di “action shooting”, per parafrasare l’”action painting”: dove l’opera che ne risulta enfatizza l’atto fisico del fare creativo (del dipingere o del girare che sia). Quello che resta insomma, cioè il film, è una specie di residuo del lavoro effettivo dellʹarte, lavoro che sta nellʹatto del processo della creazione dell’oggetto artistico. La seconda cosa che mi ha colpito – conseguenza… o forse premessa della prima, chissà? Non saprei dire! – è stata la sensazione che Giulio facendo quei piccoli film in digitale stesse (re)inventando il cinema. Quanto meno il suo. È intorno a queste due forti emozioni che ho sentito il bisogno di far ruotare la mia conversazione con lui. Stefano Consiglio Montaggio: Silvia di Domenico Operatore: Raoul Torresi Produzione: RIPLEY’S FILM con Stefano Consiglio e Silvia Di Domenico Formato: Beta Digital Pal; 4/3 - colore © 2007 RIPLEY’S FILM Srl. Tutti i diritti riservati.

b y G i u l i o Q u e s t i

from 2014-04-29 to 2014-05-04

b y  G i u l i o  Q u e s t i

Dal 29 aprile al 4 maggio la Casa del Cinema ospita sette film ed una conversazione/intervista per riscoprire un autore che, a novant'anni, è ancora proiettato verso il futuro.

Regista di culto del cinema italiano e compagno d’avventura e lavoro di Kim Arcalli e Valerio Zurlini, Giulio Questi è anche l’ideatore dei film “solipsistici”, corti o mediometraggi in cui ha diretto se stesso interpretando al contempo tutti i personaggi. In occasione dell’uscita in libreria della sua raccolta di racconti "Uomini e comandanti” per i SuperCoralli della Einaudi, la Casa del Cinema ospita, dal 29 aprile al 4 maggio, sette film ed una conversazione/intervista (martedì 29 aprile ore 18) per riscoprire questo autore che, a novant'anni, è ancora proiettato verso il futuro. "Uomini e comandanti” raccoglie 15 storie autobiografiche di vita partigiana nelle quali la Resistenza viene rievocata in un'ottica tutta personale, sospesa fra neorealismo e fiaba. La guerra come epopea vissuta dal basso, una tragedia interpretata da ragazzi che si trovano a essere inconsapevolmente protagonisti della Storia. Uno di questi racconti aveva ispirato il "solipstico" "Visitors" (2006) in cui Questi ha diretto ed interpretato se stesso ma anche i fantasmi dei fascisti uccisi a vent'anni. Un film sofferto e insieme lieve, "dedicato alla scomparsa di una generazione che ha conosciuto l'odio e il sangue di una guerra".

Pubblicato dalla RIPLEY'S HOME VIDEO nel DVD "By Giulio Questi", "Visitors" - assieme ad altri sei film girati fra il 2002 e il 2007 - è parte di un lavoro in cui cinema e letteratura si fondono grazie alla rinnovata libertà offerta dal digitale.

con la collaborazione di


GIULIO QUESTI ● I CORTI - Prima parte

2014-04-29

I CORTI - PRIMA PARTE (tot. 71’) DOCTOR SCHIZO E MISTER PHRENIC Italia, 2002, 15’ In genere le convivenze sono difficili. Ma ancora più difficile è la convivenza col proprio doppio se una persona vive sola. In questo caso la schizofrenia è in agguato in ogni angolo della casa. Il doppio si aggira esasperato per l’appartamento cercando una soluzione: una pallottola, una overdose di farmaci, una baionetta. A operazione compiuta non resta che chiamare il commissariato. Realizzato, diretto, interpretato da: Giulio Questi Produzione: Solipso Film Formato: Digi BETA Pal, 4/3 ‐ colore © 2002 Solipso Film / Giulio Questi. © 2007 RIPLEY’S FILM Srl. Tutti i diritti riservati. Distribuito su licenza Solipso Film / Giulio Questi. LETTERA DA SALAMANCA Italia, 2003, 21’ Nel cuore della notte mentre il protagonista è intento a sfogliare un libro, qualcuno suona alla porta. È un misterioso uomo senza volto latore di una lettera da parte del consiglio della Facoltà di Teologia dell’Università di Salamanca. Per un istante il padrone di casa si illude che sia l’offerta per una laurea “honoris causa”. Nella busta sigillata c’è la data della sua morte, già trascorsa da alcuni giorni... Realizzato, diretto, interpretato da: Giulio Questi Produzione: Solipso Film Formato: Digi BETA Pal, 4/3 ‐ colore © 2003 Solipso Film / Giulio Questi. © 2007 RIPLEY’S FILM Srl. Tutti i diritti riservati. Distribuito su licenza Solipso Film / Giulio Questi. MYSTERIUM NOCTIS Italia, 2004, 35’ Un black out senza fine. Non solo la propria casa, il mondo intero è al buio. Alla luce delle candele il protagonista tiene un diario, e in quella notte eterna assediato da fantasmi e paure anche il suo organismo si modifica. Assediato da rumori e immagini si trascina in una notte eterna, poi improvvisamente qualcuno suona alla porta. Apre. Nella luce del giorno viene assalito da un fiume di parole. È un promotore di elettrodomestici con offerte mirabolanti. La lunga notte è finita. La normalità è tornata. Quale normalità? Realizzato, diretto, interpretato da: Giulio Questi Produzione: Solipso Film Formato: Digi BETA Pal, 4/3 ‐ colore © 2004 Solipso Film / Giulio Questi. © 2007 RIPLEY’S FILM Srl. Tutti i diritti riservati. Distribuito su licenza Solipso Film.

Cerimonia di Canonizzazione dei due Papi al Cinema in 3D

2014-04-27


Racconti d'amore

Quattro storie d'amore. Due partigiani, amanti, traditi da una delatrice, ripensati e ricordati dalla loro figlia, molti anni dopo. Un fuggiasco, portato in salvo da due staffette, attraversa i canali del Delta...

Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve

Il film, tratto dall'omonimo best-seller mondiale di Jonas Jonasson, racconta l'esilarante storia di Allan Karlsson che al suo centesimo compleanno fugge dalla casa di riposo e si imbarca in un divertente ed inaspettato viaggio.

Nymphomaniac vol.2

Seconda parte del film Nymphomaniac che racconta la storia poetica e folle di Joe, una ninfomane, come lei stessa si autoproclama, raccontata attraverso la sua voce, dalla nascita fino all'età di 50 anni.

La sedia della felicità

Un tesoro nascosto in una sedia, un'estetista e un tatuatore che, dandogli la caccia, si innamorano. Un misterioso prete che incombe su di loro come una minaccia.

AMARCORD d’AUTORE DOC

from 2014-05-08 to 2014-06-12


The Amazing Spider-Man 2: il potere di Electro

Per Spider-Man è in agguato una minaccia inaspettata, Electro. Un nemico molto più potente di lui.

Song'e Napule

Nella Napoli di oggi vive Paco che dopo il diploma al conservatorio, è un pianista raffinato e disoccupato. La mamma trova una raccomandazione per farlo entrare nella polizia, ma la sua totale inettitudine lo relega in un deposito giudiziario

Gigolò per caso

Due amici per la pelle, Fioravante e Murray, entrambi in crisi economica per sbarcare il lunario decidono di cimentarsi con il mestiere più antico del mondo.

Rio 2 - Missione Amazzonia

Blu, Jewel e i loro tre bambini vivono una fantastica vita domestica in quella magica città di Rio. Quando Jewel decide che i ragazzi devono imparare a vivere da veri uccelli, insiste affiché la famiglia si avventuri in Amazzonia.

Transcendence

Il dott. Will Caster è il pià importante ricercatore nell'ambito dell'Intelligenza Artificiale. I suoi controversi esperimenti l'hanno reso famoso, ma anche il primo bersaglio di estremisti contrari alla tecnologia pronti a fare qualsiasi cosa pur di fermarlo.

Museo Chiama Artista - Proiezione del film "Un Ritorno" di Gianluca e Massimiliano De Serio

from 2014-04-17 to 2014-05-11

Proiezione del film dei due filmmakers torinesi nell'ambito della mostra in corso al Museo.

I Direttori dei musei AMACI hanno scelto di commissionare la realizzazione di una nuova opera ai gemelli Gianluca e Massimiliano De Serio, che da diversi anni coniugano il loro percorso di artisti visivi con la carriera cinematografica, in una costante ricerca di equilibrio tra la fotografia, nella quale sono maestri, e i propositi artistici. Da questa “chiamata” ha preso forma il film Un Ritorno, nato in un momento di crisi creativa degli artisti, e dalla loro necessità di capirne le ragioni e superarla. Avvalendosi della collaborazione di Giuseppe Regaldo – ipnotista esperto in tecniche d’ipnosi rapide – la coppia di artisti diventa soggetto e oggetto di un esperimento di ipnosi simultanea: in questo stato dialogano e si filmano, intrecciando il discorso con i ricordi di infanzia fino al momento prenatale, in cui erano nel ventre materno, in un processo di regressione progressiva senza la mediazione del racconto.

Oltre a essere il primo esperimento del genere a oggi conosciuto, in cui due gemelli sono indotti in stato d’ipnosi simultanea, si tratta di un tentativo di dialogo sulla crisi che stanno attraversando, con l’obiettivo di raggiungere uno stato d’introspezione profonda. Un Ritorno cerca di portare a compimento il trasferimento della crisi da esterna (creativa) a interna (identitaria), attraverso uno sguardo incrociato puntato su quella zona normalmente invisibile che è l’inconscio. 

Dopo essere stato presentato in anteprima nel Teatro del Castello di Rivoli lo scorso dicembre 2013 il film Un Ritorno sarà proiettato durante l’arco del 2014 in diverse tappe nei musei associati AMACI in tutta Italia.

Il film dei gemelli De Serio è accompagnato da un catalogo interamente dedicato al progetto Un Ritorno, edito da Libri Aparte, con testi di Maria Grazia Bellisario, Beatrice Merz, Angela Tecce e una conversazione tra Ludovico Pratesi e Gianluca e Massimiliano De Serio.


Piccola patria

Il film racconta la storia di un ricatto, di un amore tradito, di una violenza subita in un'Italia senza più valori.

Mister Morgan

Il film racconta la storia agrodolce di un solitario e anziano vedovo americano che vive a Parigi. L'incontro con una donna, piena di vita e di entusiasmo gli farà riscoprire la gioa di vivere.

Oculus

Una terribile tragedia segna per sempre la vita dei fratelli Tim e Kaylie. Tim, accusato dell'omicidio dei suoi genitori, dopo dieci anni di detenzione viene liberato. Ma la verità di quel terribile omicidio sembra essere racchiuso in uno specchio!

Grand Budapest Hotel

La storia coinvolge il furto e il recupero di un dipinto rinascimentale inestimabile e la battaglia per un enorme patrimonio di famiglia.

Un matrimonio da favola

Vent'anni dopo la maturità si ritrovano cinque compagni del liceo per il matrimonio di uno di loro.

Noah

Noè è il prescelto da Dio per intraprendere una missione epocale di salvezza, prima che un diluvio apocalittico distrugga il mondo.

Arabian Nights

2014-05-16

directed by Pier Paolo Pasolini. Italy, France, 1974, 130 min.
The final, fascinating chapter in the Trilogy of Life on the physical nature of humanity is imbued with a dreamily sensual atmosphere, in which Pasolini sets his poetic vision of the East. His portrayal of sex, free from all inhibition and overlay, moves from the sphere of possession to the purity of sentiment.

Followed by Tagi and Dunya (15 min.), a scene deleted from the final version.

Salò, or the 120 Days of Sodom

2014-04-18

directed by Pier Paolo Pasolini. Italy, France,1975, 116 min.
Pasolini issued his final challenge to contemporary society and its phony tolerance in this shocking work exploring the hell on earth that was the violence, torture, rape and sexual perversion which the Fascist authorities visited on young partisans held in a house transformed into a prison camp to vent their aberrant contempt for the world.

Pasolini, an Italian Crime

2014-04-25

directed by Marco Tullio Giordana. Italy, 1995, 101 min.
Giordana reconstructs the story of the legal investigation into Pasolini's murder in an intense account merging fictionalised recreation and archive material. Without seeking to reveal the "truth" about his death, the film sets out to prompt a debate on what is still one of the most painful and controversial events in our recent history.

The Hawks and the Sparrows

2014-04-26

directed by Pier Paolo Pasolini. Italy, 1966, 88 min.
The tragicomic figure of the great Totò is the exceptional, clown-like lead player in this surreal fairy tale alongside the dreaming features of Ninetto, two actors in an unusual road movie probing the wreckage of humanity in its brutish paralysis after all ideological illusions have been dashed.

Followed by Totò at the Circus (8 min.), a scene deleted from the final version.

Curd Cheese (segment from the film Let's Have a Brainwash)

2014-04-27

directed by Pier Paolo Pasolini. Italy, 1963, 38 min.
The tragicomic parable of Stracci – a walk-on part in a movie on the Passion of Christ filmed in a Rome suburb by a Marxist director played by Orson Welles – parallels Calvary with the experience of contemporary down-and-out life, between the starving lumpenproletariat and the superficial and cynical indifference of the bourgeoisie.

The Earth Seen From the Moon
(segment from the film The Witches)
directed by Pier Paolo Pasolini. Italy, 1967, 31 min.
Totò e Ninetto, the astonishing pair of clowns from The Hawks and the Sparrows, once again play father and son in a fairy-tale if grotesque journey into the squalor of the world as it runs adrift, lost in the never-ending periphery of mass society.

What Are Clouds?
(segment from the film Caprice Italian Style)
directed by Pier Paolo Pasolini. Italy, 1968, 22 min.
In a squalid theatre, puppet actors Totò-Iago and Ninetto-Othello play in a farcical version of Shakespeare's tragedy until the uncouth audience is in an uproar. This extraordinary poetic synthesis of life takes the shape of a bitter reflection on the relationship between fiction and reality.

The Paper Flower Sequence
(segment from the Love and Anger)
directed by Pier Paolo Pasolini. Italy, 1969, 10 min.
As Ninetto ambles down Rome's Via Nazionale without a care in the world, images of war and genocide whose very existence he is unaware of overlay his carefree sauntering. Unwitting innocence is no longer an acceptable excuse, it is culpable guilt.

Oedipus Rex

2014-04-29

directed by Pier Paolo Pasolini. Italy, 1967, 110 min.
Pasolini abandons the abyss of modern life to probe the roots of our culture and the archetype of Western identity, Oedipus, identifying the synthesis of man's condition as an unwitting bearer of guilt, with an autobiographical echo suggested by the contemporary setting.

Theorem

2014-04-30

directed by Pier Paolo Pasolini. Italy, 1968, 98 min.
An unexpected young guest of undeniably enigmatic charm turns up at the villa of an industrialist and proceeds to seduce everyone in the house, one after another, throwing their lives into chaos and accelerating the collapse of their phony certainties, in a direct and implacable attack on the bourgeoisie condemned to succumb to its individualistic ethic.

Appunti per un film sull'India - Cinema

2014-05-02

Notes for a Film on India
directed by Pier Paolo Pasolini. Italy, 1968, 34 min.
Pasolini plans a film on democratic India and its legends: his Notes, comprising images filmed in the streets of Mumbai and its unbelievably poor suburbs, reveal the poet's shock when faced with the country's contradictions and, by contrast, his astonishment at the serenity of the common people.

An Hour With Ezra Pound
directed by Vanni Ronsisvalle. Italy, 1968, 70 min.
Pasolini interviews the great American poet, questioning him on a variety of issues connected with art, literature and painting. Adopting an extraordinarily modern approach, he uses the tool of television to intervene both poetically and politically, taking a fresh look at Pound's fascism through his poetry.

Pier Paolo Pasolini and the Reason for a Dream

2014-05-03

directed by Laura Betti. Italy, 2001, 94 min.
Laura Betti, one of Pasolini's closest friends, takes us on a memory trip through interviews, film sequences and testimonials from people who knew him, producing a splendid documentary providing us with a penetrating understanding of his culture and his world.

A Desperate Vitality

2014-05-07

directed by Laura Betti, directed for television by Mario Martone. Italy, 1999, 49 min.
Pier Paolo Pasolini's finest poems are read with empathetic pathos by his friend and muse, actress Laura Betti. His life, his work, his doubts and his certainties regarding society and politicians people this recital filmed by Mario Martone.

Pigsty

2014-05-04

directed by Pier Paolo Pasolini. Italy, 1969, 100 min.
Pasolini's film-making branded the obscenity of contemporary society with furious rejection, beyond all redemption, through the implacable and grotesque metaphor of capitalistic power as a human pigsty where cannibalism, devouring everything in its path, is the last chance for survival of a society condemned to fall apart.

Medea

2014-05-08

directed by Pier Paolo Pasolini. Italy, France, Germany. 1969, 118 min.
This visionary masterpiece avails itself of the spectacular participation of Maria Callas. The great soprano, won over by Pasolini, becomes his Medea, a terrible symbol of the archaic furore pitting the force of emotion against the rationality of the empty and opportunist society in which we live.

Suspicious Stories: Pier Paolo Pasolini, You Don't Kill Poets!

2014-05-09

directed by Gianni Borgna and Giancarlo Governi, 28 min.
This documentary uses facts and testimonials to reconstruct the poet's death and the incongruity of the official versions of the murder, which even today is one of the most obscure events in recent Italian history.

The Walls of Sana'a

2014-05-10

directed by Pier Paolo Pasolini. Italy, 1971, 13 min.
While working on the Decameron, after completing the scenes shot in Yemen, Pasolini filmed this heartfelt appeal to save the historical city of Sana'a from the squalor of modern urbanisation.

The Decameron
directed by Pier Paolo Pasolini. Italy, France, Germany, 1971, 110 min.
In the Decameron – which was to form the Trilogy of Life together with his two subsequent films – Pasolini sets out to sing the praises of the sexual vitality of the common people before the onset of merchant society. Winning a Silver Bear award at the Berlin Film Festival, the movie sparked a heated debate and an endless series of imitations in Italy.

Followed by The Set in Sana’a, a segment never yet screened (5 min.)

The Canterbury Tales

2014-05-11

directed by Pier Paolo Pasolini. Italy, France,1972, 111 min.
This film, the second chapter in the Trilogy of Life, won sweeping international acclaim, including the Golden Bear award in Berlin, but it was greeted by cries of scandal in this country on account of its bitterly provocational style. Based on Chaucer's tales, the film takes an even more liberated approach to the human body, accentuating the fusion between sex, love and death.

12 December

2014-05-13

directed by Pier Paolo Pasolini and Giovanni Bonfanti. Italy, 1972, 99 min.
Pasolini cooperated with the extraparliamentary left-wing group Lotta Continua, or Continuous Struggle, in this documentary on contemporary Italy, with its penetrating insight into the political climate and the tension sparked by the massacre of Piazza Fontana.

For Future Reference: Pier Paolo Pasolini

2014-05-15

directed by Ivo Barnabò Micheli. Italy, 1986, 115 min.
This documentary uses material from archives all over Europe and testimonials from friends and adversaries to paint a multi-faceted portrait of one of the most important Italian personalities of the last century, making a crucial contribution to our understanding of exactly who and what Pasolini really was.

Pasolini, the Hidden Truth

2014-05-14

directed by Federico Bruno. Italy, 2013, 131 min.
A fictionalised recreation of the last year in Pasolini's life, this film is a work from the heart, created by the director with lucid determination after years of research and detective work spent gathering information and testimonials from people who knew him personally.

Appuntamento con una bella commedia…

2014-05-04


L’angelo azzurro di Josef Von Sternberg (1930, Germania, 102')

2014-04-25

L’angelo azzurro (Der Blaue Engel) di Josef Von Sternberg 1930, Germania, 102'- versione italiana

Un professore di liceo, il professor Unrat, viene a sapere che i suoi allievi frequentano un locale equivoco, l'Angelo Azzurro, dove si esibisce una compagnia  d'artisti di varietà, tra cui la conturbante e cinica ballerina Lola-Lola. Una sera Unrat si reca nel locale per sorprendere gli studenti ma per una serie di circostanze finisce nel camerino di Lola se ne innamora e la sposa. La giovane artista sarà la rovina dell'uomo, che per lei perderà la dignità e il lavoro, accettando di fare il clown per starle vicino e finendo col morire di vergogna senza essere riuscito a scalfire l'indifferenza di lei. Il film impose la Dietrich all'attenzione internazionale e creò il mito della diva-cantante peccaminosa, capace di impersonare 'il torbido avvento dei tempi nuovi 'che decretavano la fine del decoro borghese. Il merito, oltre che del soggetto tratto da un romanzo di Heinrich Mann, è del regista Josef von Sternberg che seppe trattare il volto, la figura e le lunghe gambe dell'attrice 'come paesaggio', rendendo immortale la scena della canzone cantata dalla Dietrich a cavalcioni di una sedia.


Quattro passi nel cinema indipendente - "Come il vento"

2014-05-08


Ti sposo ma non troppo

Per un casuale doppio scambio di identità, le vite di quattro personaggi si intrecciano e vengono travolte dall'eterna ricerca dell'amore perfetto.

Father and Son

Ryota è un uomo preso esclusivamente dal successo professionale. Improvvisamente scopre che suo figlio biologico è stato scambiato alla nascita con un altro bambino per errore.

Nymphomaniac - Volume 1

Il primo capitolo del film racconta la storia poetica e folle di Joe, una ninfomane, come lei stessa si autoproclama, raccontata attraverso la sua voce, dalla nascita fino all'età di 50 anni...

Divergent

Il film tratto dal best seller "Divergent" di Veronica Roth, è ambientato in un mondo futuristico dove e persone sono divise in distinte fazioni sulla base delle loro personalità.

Fuoristrada

Il meccanico e campione di rally Pino/Beatrice è un transessuale. Nel suo percorso di trasformazione incontra Marianna, una donna rumena che fa da badante a sua madre, se ne innamora e decide di sposarla.

Quando c'era Berlinguer

Il film è il racconto del modo in cui l'opera di Berlinguer è stata vissuta da un ragazzo di allora che non veniva da una famiglia comunista ma che guardava con grande interesse e suggestione al lavoro di un uomo che guidava un Partito Comunista...

In grazia di Dio

Profondo Sud. Finis Terrae, Leuca. Quattro donne schiacciate dalla crisi economica devono rinunciare alla propria attività. In ogni caso non si arrendono e, decidono di rinunciare al denaro, di appoggiarsi alla comunità e ricorrere al baratto.

Yves Saint Laurent

Yves Saint Laurent a soli 21 anni è chiamato a dirigere la grande casa di moda fondata da Christian Dior, da poco scomparso. Da quel momento tutti gli occhi e riflettori sono puntati su di lui...

Captain America: The Winter Soldier

Captain America oramai vive tranquillamente a Washington D.C., nel tentativo di adattarsi al mondo moderno. Ma quando un collega dello S.H.I.E.L.D. viene attaccato, Steve viene coinvolto in una rete di intrighi...

I fratelli Karamazov

In una fabbrica abbandonata hanno inizio le prove per la messa in scena de "I fratelli Karamazov" di Fedor Dostoevskij...

Storia di una ladra di libri

La piccola Liesel è una bambina vivace, affidata a dei genitori adottivi. Testimone suo malgrado degli orrori del nazismo, si appassiona alla lettura dopo aver rubato un libro. Sarà solo l'inizio di una collezione...

Ida

Il film è ambientato in Polonia nel 1962 e parla di una giovane orfana, Anna, cresciuta tra le mura del convento dove sta per farsi suora. Poco prima di prendere i voti apprende di avere una parente ancora in vita, Wanda, la sorella di sua madre.

Mr. Peabody e Sherman

Mr. Peabody è un vero genio, inventore, scienziato, premio Nobel, buongustaio, vincitore di due medaglie olimpiche. In verità Peadoby è un cane...

Lei

Theodore è un uomo solitario dal cuore spezzato che si guadagna da vivere scrivendo lettere "personali" per gli altri. E per far ciò acquista un sistema informatico di nuova generazione progettato per soddisfare tutte le esigenze dell'utente...

8D DONNA E' DOC - Il documentario tra informazione e cinema - Esperienze Saperi Risorse

Commissione Diritti e Pari Opportunità - Associazione Stampa Romana Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani

In occasione della Giornata Internazionale della Donna

8D Donna è Doc IL DOCUMENTARIO TRA INFORMAZIONE E CINEMA Esperienze Saperi Risorse

L'approfondimento dei temi di attualità, legati al giornalismo d'inchiesta e di denuncia, trova oggi in Italia un nuovo terreno di proposta, con un vero e proprio risveglio di attenzione nei confronti del documentario, che sul grande schermo è sempre di più cinema del reale. Lo testimonia il Leone d'Oro assegnato dalla giuria dell'ultima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia a “Sacro Gra” di Gianfranco Rosi. Quanto è importante in questo nuovo scenario e in questa svolta la presenza ed il ruolo attivo delle documentariste? E come si esprime e si differenzia il punto di vista di genere? Quali spazi per le donne, giornaliste, registe, sceneggiatrici, autrici di testi e di immagini, produttrici?

La risposta in una giornata aperta a contributi, testimonianze, proposte con l'omaggio ad una grande protagonista e alla sua lunga militanza ”doc”. Il PROGRAMMA DELLA GIORNATA Ore 11,00  Saluti Caterina D’Amico, Casa del Cinema Paolo Butturini, ASR Laura Delli Colli, SNGCI Paola Spadari, OdG Lazio Apertura lavori  Nella Condorelli, Arianna Voto, CPO ASR  Ore 11,30 Omaggio a Cecilia Mangini La più grande documentarista italiana vivente, Cecilia Mangini racconta la sua esperienza professionale: mezzo secolo di storie nella Storia, dagli Anni Sessanta ad oggi SAPERI. Masterclass di Cecilia Mangini Con la consegna del Premio alla Carriera SNGCI / CPO ASR Ore 12,30 - Proiezione “In viaggio con Cecilia”, di Mariangela Barbanente e Cecilia Mangini. 80’ Estate 2012: insieme, due registe di diverse generazioni raccontano com'è cambiata la Puglia, loro terra di origine e tema centrale dei documentari realizzati da Cecilia Mangini negli anni '60. Un viaggio nella memoria e nel presente nella La stessa estate in cui esplode l'ultimo atto del caso ILVA, con l'ordine di arresto del proprietario, Emilio Riva. Come guardare all'industria che riscatta una terra, che la traina fuori dalla sua dimensione arcaica, ma ponendola in un presente crudele e contraddittorio? Ore 15,00 ESPERIENZE. RISORSE. Il punto di vista di genere nel documentario e il mercato. Voci d esperienze a confronto. Sono state invitate Valeria Adilardi, Laura Annibali, Simona Banchi, Francesca Barzini, Mussi Bollini, Donatella Botti, Pia Brancadori Circola Alice Guy, Stefania Casini, Luciana Castellina, Annamaria Catricalà, Francesca Cima, Francesca Comencini, Silvia Costa, Antonietta De Lillo, Daniela De Robert, Piera Detassis,  Marta Donzelli, Mariangela Forcina, Giovanna Gagliardo, Caterina Gerardi, Lucia Goracci, Wilma Labate, Paola Malanga, Claudia Marchionni, Alina Marrazzi, Mimosa Martini, Donatella Massara, Gianna Mazzini, Elisa Mereghetti, Paola Orlandini, Adele Pandolfi Festival A Corto di Donne, Ariela Piattelli, Marina Piperno, Paola Poli Festival Laboratorio Immagine Donna, Costanza Quatriglio, Patrizia Rappazzo Festival Sguardi Altrove, Silvia Resta, Loredana Rotondo, Raffaella Spizzichino, Eileen Tasca, Giovanna Taviani, Carla Vestroni, Daniela Vismara Introduce Nella Condorelli Coordina Laura Delli Colli con la partecipazione delle colleghe del Direttivo SNGCI, della presidente Rita Mattei e del Direttivo ASR, della direttrice ASR Beatrice Curci. Ore  16,30   -  PROIEZIONI Presenta Arianna Voto, con la partecipazione delle autrici Anteprima 2014 1893. L'Inchiesta, di Nella Condorelli, 1'55 (promo, anteprima 2014) Viaggio nei luoghi e nei fatti di una pagina dimenticata della storia Italiana, il movimento dei Fasci Siciliani dei Lavoratori, raccontato attraverso l'inchiesta realizzata all'epoca da un giornalista settentrionale, stupito e affascinato soprattutto dalle donne. Dalla selezione Nastri d’Argento (Sngci- premi 2014, produzione 2013) Forbici, di Maria di Razza,  3'22 – cortometraggio di animazione Cortometraggio di animazione contro la violenza sulle donne, basato su un fatto di cronaca avvenuto a Napoli. Fa parte di un film in lavorazione, per la regia di Antonietta De Lillo, “Oggi insieme, domani anche” sul tema dell'amore, come affresco della società italiana di oggi, raccontato da filmaker diversi attraverso storie ispirate a fatti veri Dal profondo, di Valentina Pedicini, 72’ Una donna, unica minatrice in Italia, dialoga con un padre morto, un ricordo mai sepolto. 150 minatori, gli ultimi, pronti a dare guerra al mondo “di sopra” per scongiurare una chiusura ormai imminente. Un'esperienza unica per chi ha filmato, per chi guarderà, per chi quel mondo “ capovolto” l'ha costruito. Menzione Speciale 2014 dei Giornalisti Cinematografici, tra i migliori Documentari 2013, Premio Prospettive DOC Italia (Festival del Film di Roma) Osa, di Stefania Rocca, 9' – cortometraggio realizzato per Action Aid Un piccolo film per denunciare la pratica dei matrimoni forzati, sui quali in Italia esistono, peraltro, pochi dati. E’ ispirato dal casuale incontro dell'autrice,l’attrice Stefania Rocca, con Marika,  giovane donna che ha “osato” rompere quel muro di costrizioni e pregiudizi creato attorno a lei da chi aveva deciso il suo futuro. WIP – Work in progress, di Simona Risi, 50' A Trapani, un gruppo di operai del cantiere navale dopo il licenziamento occupa la petroliera Marettimo per sei mesi. A Latina, un gruppo di operai per lo stesso motivo si rinchiude in fabbrica per un anno. Due storie parallele sulla crisi del lavoro, ritratte nella stessa fase, quella della fine del presidio.

Una donna per amica

Francesco è un avvocato, impicciato e spiritoso. Claudia è una veterinaria. Tra loro non ci sono segreti, sono amici da tanti anni, ma quando nella vita di Claudia arriva Giovanni...

12 anni schiavo

Il film racconta la storia d Solomon Northrup che nel 1841, da uomo libero, viene rapito e venduto come schiavo in Louisiana.

Tristano e Isotta - Eros a Tanathos: una fiamma senza tempo

2014-05-17


Smetto quando voglio

Pietro Zinni è un ricercatore ed è un genio. Ma questo non è sufficiente. Arrivano i tagli all'università e viene licenziato. Così, recluta i migliori tra i suoi ex colleghi, che nonostante le competenze vivono ormai ai margini della società...

Dallas Buyers Club

Il film racconta la storia vera di Ron Woodroof, un elettricista a cui nel 1986 viene diagnosticata l'AIDS, e a cui rimangono sei mesi di vita. Ron non vuole arrendersi così tenta una cura alternativa con farmaci sperimentali.

The Wolf of Wall Street

Un broker di Long Island, Jordan Belfort, viene condannato a 20 mesi di carcere dopo aver rifiutato di collaborare alle indagini su di un massiccio caso di frode atto a svelare la diffusa corruzione vigente negli anni '90 a Wall Street

Proiezione del video documentario sull'allestimento di Big Bambù

from 2014-01-22 to 2014-04-30

Proiezione del video documentario (durata 27' 32'', loop) prodotto da h+ durante l’allestimento a MACRO Testaccio dell’installazione site specific Big Bambù, la grande opera realizzata dagli artisti statunitensi Mike e Doug Starn per la sesta edizione di Enel Contemporanea. L'opera è un intreccio di migliaia di aste di bambù che si sviluppa fino a circa 25 metri di altezza attraverso un metodo tradizionale di incastri e intrecci; un organismo vivente liberamente percorribile dai visitatori.


Spaghetti Story

E' la storia di quattro giovani adulti dei nostri giorni, che sembrano avere le idee chiare su chi sono e cosa vogliono, ma di fatto restano ingabbiati nei propri schemi mentali.

A qualcuno piace classico. Appunti di storia del cinema (III edizione)

from 2013-10-29 to 2014-06-03


La mafia uccide solo d'estate

Il film racconta la storia dell'educazione sentimentale e civile di un bambino, nato a Palermo lo stesso giorno in cui Vito Ciancimino, mafioso di rango, viene eletto sindaco.

The Body Snatcher - Cinema

2014-05-06

USA 1945, directed by Robert Wise, starring Boris Karloff, Bela Lugosi, Henry Daniell, Russell Wade b/w, 77', 35mm Italian dubbed version
Edinburgh, 1831. MacFarlane teaches anatomy and needs corpses for his class. Gray, a local cabbie, prowls cemeteries to get the bodies. Things go wrong when, to comply with MacFarlane's requests, Gray starts to kill. The Body Snatcher is one of the great RKO classics, full of thrilling suspense and unusually well-written. Produced by legendary film-maker Val Lewton, it stars an equally legendary couple: Boris Karloff and Bela Lugosi.


Top Hat - Cinema

2014-05-20

USA 1935, directed by Mark Sandrich, starring Fred Astaire, Ginger Rogers, Edward Everett Horton b/w, 99', 35mm Italian dubbed version
Jerry Travers, a well-known American dancer, goes to London to work on a show. There he meets the beautiful Dale Tremont and tries to win her over. But Dale is wrongly convinced that Jerry is married to a friend of hers, so she refuses his attentions, and many twists and turns follow. The best and most beloved film starring Astaire and Rogers, served by a perfectly timed script and unforgettable tunes by Irving Berlin - including the timeless Cheek to Cheek.


After the Rehearsal - Cinema

2014-06-03

Sweden 1983, directed by Ingmar Bergman, starring Ingrid Thulin, Erland Josephson, Lena Olin, color, 70', 35mm Italian dubbed version
During the rehearsals of A Dream Play, by August Strindberg, a stage director reminisces while talking to a young actress, Anna, whose mother has been the director's lover. Between fiction and reality, past and present, cinema and theatre, After the Rehearsal, alongside Fanny and Alexander, is Bergman's greatest artistic achievement. It is an internal journey where lifelong themes and obsessions are unravelled and told with a masterful and rarely equalled touch.


Rassegna di cinema brasiliano

from 2013-09-15

Il cinema brasiliano comincia ad emergere a livello mondiale. Registi
come Walter Salles Júnior, Fernando Meirelles e José Padilha, oltre a
grandi attori come Wagner Moura, Rodrigo Santoro, Fernanda Montenegro
e Alice Braga, sono solo alcuni dei nomi oggi presenti nelle
produzioni cinematografiche di tutto il mondo. Nel 2002, Città di Dio
di Fernando Meirelles, ha aperto la strada al cinema brasiliano
contemporaneo conquistando il pubblico internazionale. Sei anni più
tardi, Tropa de Elite (2007), di José Padilha ha vinto l'Orso d'Oro al
Festival di Berlino consacrandolo definitivamente il cinema brasiliano
all’estero. Da allora, l'industria cinematografica è in pieno sviluppo
nel paese. Solo nel 2013 sono in programma 114 nuove produzioni. La
presenza del nuovo cinema brasiliano ha iniziato ad emergere verso la
fine degli anni '90, nel 1998 il film Central do Brasil di Walter
Salles Jr., fu nominato agli Oscar come Miglior Film Straniero e
Fernanda Montenegro come Migliore Attrice. La mostra presentata
quest'anno a Roma porta con sé alcune importanti recenti produzioni
del cinema brasiliano, tra cui O Som ao redor di Kleber Mendonça
Filho, scelto dal "The New York Times", come uno tra i 10 migliori
film del 2012. La manifestazione è anche una buona occasione per
conoscere l’attore Wagner Moura (VIP), già presente in Tropa de Elite
e che oggi riscuote grande successo internazionale con Elysium di
Neill Blomkamp, accanto ad artisti famosi come Matt Damon e Jodie
Foster.



*PROGRAMMA*

Domenica 15 settembre ore 21
_*O som ao redor (Il suono intorno)*_
Drammatico. Anno: 2012. Durata: 131'
Regia: Kleber Mendonça Filho

Lunedì 16 settembre ore 21
_*Dois coelhos (Due conigli)*_
Azione. Anno: 2012. Durata: 108'
Regia: Afonso Poyart

Martedì 17 settembre ore 21
_*O contador de histórias (Il raccontastorie)*_
Drammatico. Anno: 2009. Durata: 100'
Regia: Luiz Villaça

Mercoledi 18 settembre ore 21
_*O palhaço (Il pagliaccio)*_
Commedia Drammatica. Anno: 2011. Durata: 90'
Regia: Selton Mello

Giovedì 19 settembre ore 21
_*Capitães da areia (Capitani della sabbia)*_
Drammatico. Anno: 2011. Durata: 96'
Regia: Cecília Amado, Guy Gonçalves

Venerdì 20 settembre ore 21
_*Gonzaga – De pai pra filho (Gonzaga – Da padre a figlio)*_
Drammatico. Anno: 2011. Durata 120'
Regia: Breno Silveira

Sabato 21 settembre
ore 18
*Heleno*
Drammatico. Anno: 2012. Durata 116'
Regia: José Henrique Fonseca
ore 21
_*VIPs *_
Drammatico. Anno: 2011. Durata: 96'
Regia: Toniko Melo

Domenica 22 settembre
ore 18
_*O palhaço (Il pagliaccio)*_
Commedia Drammatica. Anno: 2011. Durata: 90'
Regia: Selton Mello
ore 21
_*O som ao redor (Il suono intorno)*_
Drammatico. Anno: 2012. Durata: 131'
Regia: Kleber Mendonça Filho

DUPLICATO DI [La Tosca - Festa dell'Opera al Cinema]


La Tosca - Festa dell'Opera al Cinema


Il sole


The General


Le quattro giornate di Napoli


Dancer in the dark

Originale, spiazzante, tragico e imprevedibile: finalmente sugli schermi il capolavoro di Lars Von Trier, il film che ha conquistato e commosso il Festival di Cannes conquistando tra gli applausi la Palma d'oro. La storia di Selma, giovane operaia emigrata negli States dalla Cecoslovacchia, madre, senza marito, di un bambino. Quasi completamente cieca, lavora senza sosta per permettere a suo figlio, che rischia come lei di perdere la vista, di farsi operare. Ma la vita non le regala nulla: l'unica distrazione sono i musical hollywoodiani, che Selma adora e su cui fantastica, ad occhi aperti, durante le sue giornate.
hotel san lorenzo roma


free wifi hotel termini
Hotel di Charme Roma
centro hotel roma

Hotel 4 stelle Roma: Ateneo Garden Palace ™ Hotel Address:Via dei Salentini,  1/3 - 00185 ROMA (RM)
 Tel +39 06/4440042 Fax +39 06/4453621 City Zone of Rome : City Center Termini University La Sapienza San Lorenzo