Hotel Roma, Manifestations Meetings Music Sport Theater Exhibitions

Hotel 4 stelle Roma, San Lorenzo, Hotel di Charme
Check -in Nights Rooms Type Rooms Numbers Promotional Code

Rome hotel special offers
My husband was attending a conference at the University Sapienza for a few days. I was on my own to tour the city. The desk help was very knowledgeable with directions and recommendations. The breakfa ..by GuestReview"




DUPLICATO DI [Le conferenze de "Il Giovedì dei Musei"]

2014-10-09

Musei Vaticani


Argenti barocchi romani in Portogallo. Opere, artisti, committenti

2014-10-06

Istituto Portoghese di Sant'Antonio in Roma


Presentazione del volume "GIACINTO CERONE. Il massimo dell’orizzontale"

2014-10-11

MACRO Museo d'Arte Contemporanea Roma

Presentazione del volume dedicato all'artista Giacinto Cerone (1957-2004), edito da Quodlibet, e contributi di approfondimento sull’artista.

L’opera di Cerone sfugge alle categorie storico–artistiche e a qualsiasi collocazione nell’ambito di un determinato movimento o di una specifica scuola: un artista eclettico, interprete di materiali e pratiche tradizionali ma anche performer capace di sperimentare nuovi linguaggi espressivi.

All'incontro intervengono: Benedetta Carpi De Resmini (moderatrice), Peppino Appella, Giosetta Fioroni, Raffaele Gavarro, Daniela Lancioni, Maria Vittoria Marini Clarelli, Manuela Pacella, Maria Grazia Pontorno.


Presentazione di "STELLA, IL LIBRO" di Flavio de Marco

2014-10-03

GNAM - Galleria Nazionale d'Arte Moderna e contemporanea


Presentazione del libro "Il Profumo di Cipro"

2014-10-04

Museo Nazionale Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini"


Roma Ieri. Operazione nostalgia fra storia, cronaca e leggenda

from 2014-10-02 to 2014-10-23

Santa Maria del Popolo


Donne celebri: Le donne immortali che hanno fatto la storia, dato vita all’arte e conquistato il potere

from 2014-10-02 to 2014-12-18

Santa Maria del Popolo


Una foto, una storia. La fotografia come ”racconto del quotidiano”

2014-10-24

Museo dell'Ara Pacis

In che modo la fotografia ha saputo raccontare l’uomo e la sua storia, non solo quella dei grandi avvenimenti internazionali, ma soprattutto quella quotidiana vissuta nelle strade.

Quattro percorsi storico–iconografici intorno alle immagini di Henri Cartier-Bresson.

La fotografia è più di ogni altro il linguaggio del presente, il sistema di produzione di immagini più diffuso al mondo. Fin dalla sua nascita ha prodotto una profonda trasformazione delle nostre conoscenze e delle nostre opinioni riguardo la struttura e il significato dell’esperienza visiva.
Nonostante questo, nonostante i molti studi a riguardo, l’onnipresenza delle immagini e il flusso continuo al quale siamo esposti porta molto spesso a guardare le fotografie in modo veloce e onnivoro, senza consentire il tempo di una vera lettura. Che storia c’è dietro una fotografia? Qual è il contesto in cui è nata? Perché un’immagine ci piace? Quali sono gli aspetti formali che attraggono la nostra attenzione?
A partire da alcune foto emblematiche di Henri Cartier-Bresson, tra i maggiori poeti e formulatori di questo linguaggio, il ciclo di 4 incontri propone di allargare lo sguardo ad altri autori e di approfondire alcuni percorsi che hanno tracciato la storia della fotografia e il suo modo di raccontare il mondo. Nell’analisi, le fotografie verranno considerate come documenti storici, reperti iconografici e oggetti visivi dotati di una loro individualità e importanza. Ogni immagine riesce in questo modo a rivelare la sua forza visiva, la sua vicenda ma anche la complessa rete d’implicazioni storiche, sociali, psicologiche, iconografiche che la sorregge.


Una foto, una storia. La fotografia di guerra

2014-11-07

Museo dell'Ara Pacis

A partire dall’esperienza di Cartier-Bresson si analizzerà come la fotografia ha raccontato, e ancora racconta, i conflitti del nostro mondo.

Quattro percorsi storico–iconografici intorno alle immagini di Henri Cartier-Bresson.

La fotografia è più di ogni altro il linguaggio del presente, il sistema di produzione di immagini più diffuso al mondo. Fin dalla sua nascita ha prodotto una profonda trasformazione delle nostre conoscenze e delle nostre opinioni riguardo la struttura e il significato dell’esperienza visiva.
Nonostante questo, nonostante i molti studi a riguardo, l’onnipresenza delle immagini e il flusso continuo al quale siamo esposti porta molto spesso a guardare le fotografie in modo veloce e onnivoro, senza consentire il tempo di una vera lettura. Che storia c’è dietro una fotografia? Qual è il contesto in cui è nata? Perché un’immagine ci piace? Quali sono gli aspetti formali che attraggono la nostra attenzione?
A partire da alcune foto emblematiche di Henri Cartier-Bresson, tra i maggiori poeti e formulatori di questo linguaggio, il ciclo di 4 incontri propone di allargare lo sguardo ad altri autori e di approfondire alcuni percorsi che hanno tracciato la storia della fotografia e il suo modo di raccontare il mondo. Nell’analisi, le fotografie verranno considerate come documenti storici, reperti iconografici e oggetti visivi dotati di una loro individualità e importanza. Ogni immagine riesce in questo modo a rivelare la sua forza visiva, la sua vicenda ma anche la complessa rete d’implicazioni storiche, sociali, psicologiche, iconografiche che la sorregge.


Una foto, una storia. La fotografia e il ritratto

2014-11-21

Museo dell'Ara Pacis

“Fare un ritratto è per me la cosa più difficile. Devi provare a mettere la macchina fotografica tra la pelle di una persona e la sua camicia”, diceva Cartier-Bresson. Partiremo da alcuni dei ritratti indimenticabili da lui realizzati per esplorare le diverse modalità stilistiche e compositive dei vari autori che hanno interpretato questa forma di incontro, e nello stesso tempo di lotta, con il volto, il corpo, la personalità dell’altro.

Quattro percorsi storico–iconografici intorno alle immagini di Henri Cartier-Bresson.

La fotografia è più di ogni altro il linguaggio del presente, il sistema di produzione di immagini più diffuso al mondo. Fin dalla sua nascita ha prodotto una profonda trasformazione delle nostre conoscenze e delle nostre opinioni riguardo la struttura e il significato dell’esperienza visiva.
Nonostante questo, nonostante i molti studi a riguardo, l’onnipresenza delle immagini e il flusso continuo al quale siamo esposti porta molto spesso a guardare le fotografie in modo veloce e onnivoro, senza consentire il tempo di una vera lettura. Che storia c’è dietro una fotografia? Qual è il contesto in cui è nata? Perché un’immagine ci piace? Quali sono gli aspetti formali che attraggono la nostra attenzione?
A partire da alcune foto emblematiche di Henri Cartier-Bresson, tra i maggiori poeti e formulatori di questo linguaggio, il ciclo di 4 incontri propone di allargare lo sguardo ad altri autori e di approfondire alcuni percorsi che hanno tracciato la storia della fotografia e il suo modo di raccontare il mondo. Nell’analisi, le fotografie verranno considerate come documenti storici, reperti iconografici e oggetti visivi dotati di una loro individualità e importanza. Ogni immagine riesce in questo modo a rivelare la sua forza visiva, la sua vicenda ma anche la complessa rete d’implicazioni storiche, sociali, psicologiche, iconografiche che la sorregge.


Una foto, una storia. La fotografia di viaggio

2014-12-12

Museo dell'Ara Pacis

Fin dai primi anni del ‘900 la fotografia è stata la compagna ideale di ogni viaggiatore, esploratore e avventuriero. Attraverso la fotografia abbiamo potuto vedere luoghi remoti, esplorare territori sconosciuti, affacciarci sull’altrove.

Quattro percorsi storico–iconografici intorno alle immagini di Henri Cartier-Bresson.

La fotografia è più di ogni altro il linguaggio del presente, il sistema di produzione di immagini più diffuso al mondo. Fin dalla sua nascita ha prodotto una profonda trasformazione delle nostre conoscenze e delle nostre opinioni riguardo la struttura e il significato dell’esperienza visiva.
Nonostante questo, nonostante i molti studi a riguardo, l’onnipresenza delle immagini e il flusso continuo al quale siamo esposti porta molto spesso a guardare le fotografie in modo veloce e onnivoro, senza consentire il tempo di una vera lettura. Che storia c’è dietro una fotografia? Qual è il contesto in cui è nata? Perché un’immagine ci piace? Quali sono gli aspetti formali che attraggono la nostra attenzione?
A partire da alcune foto emblematiche di Henri Cartier-Bresson, tra i maggiori poeti e formulatori di questo linguaggio, il ciclo di 4 incontri propone di allargare lo sguardo ad altri autori e di approfondire alcuni percorsi che hanno tracciato la storia della fotografia e il suo modo di raccontare il mondo. Nell’analisi, le fotografie verranno considerate come documenti storici, reperti iconografici e oggetti visivi dotati di una loro individualità e importanza. Ogni immagine riesce in questo modo a rivelare la sua forza visiva, la sua vicenda ma anche la complessa rete d’implicazioni storiche, sociali, psicologiche, iconografiche che la sorregge.


Sardegna, dal multiforme ingegno

from 2014-09-26 to 2014-10-10

Società Geografica Italiana

Un viaggio nell'isola, fatto di mappe, fotografie, libri (dagli archivi della Società Geografica Italiana), con proiezione in loop di un film sui luoghi dell'artista Maria Lai.

In collaborazione con Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport della Regione Sardegna.
A cura di Cristiana Giglio, Patrizia Pampana, Lina Maria Vitale.

Facebook: www.facebook.com/festivaldellaletteraturadiviaggio

Twitter: @Lettviaggio


Presentazione del libro "Terrazza. Artisti storie luoghi in ltalia negli anni zero"


Cheikh Tidiane Gaye

2014-10-23

Institut Français Centre Saint-Louis de France


Eternapoli

2015-02-18

Teatro Vascello

Con G. Montesano, lettura di brani di Eternapoli, compagnia Teatri Uniti.

Giornata delle lingue. L'odissea: viaggio e ritorno

2014-10-02

Biblioteca Europea di Roma


Presentazione delle attività dell'associazione per l'anno 2014-2015

2014-10-02

Orto Botanico


Non è un paese per compagnie teatrali

2014-10-05

Casa dei Teatri


Non è un paese per giovani

2014-10-16

Nuovo Cinema Aquila


Non è un paese per le ‘nostre opere’

2014-10-11

Sala Santa Rita


Museo Virtuale della Valle del Tevere

from 2014-09-26 to 2014-12-12

Società Geografica Italiana

Il progetto prevede la creazione di un sistema integrato di conoscenza, valorizzazione e comunicazione del paesaggio culturale della media Valle del Tevere (contesti archeologici, storici-artistici, antropici, naturalistici) nell'area a Nord di Roma (in particolare nel tratto compreso tra il Monte Soratte a Fidene e da Sacrofano a Palombara Sabina). Il Tevere viene narrato da vari punti di vista: il contesto geomorfologico, l’ecosistema, la vegetazione e l’insediamento territoriale nei secoli; la mitologia legata al fiume, la ritualità e l’iconografia; il paesaggio archeologico, letterario e naturalistico.

Il Museo Virtuale della Valle del Tevere è un progetto interdisciplinare in cui scienza, tecnologia e arte convergono nella creazione di un'opera comunicativa che ricorre anche alle sperimentazione di linguaggi nuovi che segnano il superamento dei tradizionali paradigmi della realtà virtuale per contaminarli con tecniche derivate dal cinema o dai videogiochi. L'applicazione presentata consente ai
visitatori di esplorare quattro scenari, talvolta visionari e talvolta più realistici, riguardanti i diversi aspetti della valle del Tevere e legati alla storia e alla memoria del fiume. In essi si possono incontrare personaggi, interagire con immagini e suoni e vivere un'esperienza multisensoriale. Tutto usando le gestualità del corpo per interagire e dialogare con il mondo virtuale: camminare, nuotare come un
pesce o volare come un uccello.

Progetto realizzato dall’Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali del Consiglio Nazionale delle Ricerche, con il sostegno di Arcus S.p.A. e in collaborazione con la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Lazio, Soprintendenza ai Beni Archeologici dell’Etruria Meridionale del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Facebook: www.facebook.com/festivaldellaletteraturadiviaggio

Twitter: @Lettviaggio


Presente e futuro della traduzione

2014-10-10

Casa delle Traduzioni


CHIUSOAPERTO. Il lunedì Palazzo Braschi apre per te

from 2014-10-06 to 2014-11-10

Museo di Roma - Palazzo Braschi

"CHIUSOAPERTO" riparte con un nuovo ciclo di aperture straordinarie del lunedì. Dal 6 ottobre al 10 novembre, tutti i lunedì pomeriggio alle 17.00, è possibile visitare il Museo gratuitamente e con delle guide d’eccezione.

Un’occasione imperdibile. La visita è seguita da un momento di confronto con i partecipanti e dalla compilazione di un breve questionario, attraverso il quale gli intervenuti possono esprimere il proprio parere su com’è il Museo oggi e come sarà domani.

La visita dura circa 2 ore e mezza ed è necessario prenotarsi allo 060608.

Tre curatori del Museo di Roma - Patrizia Masini, Rossella Leone e Angela Maria D'Amelio - si alternano nella conduzione delle visite all’attuale esposizione e ad alcune sale ancora non aperte al pubblico. Una visita privilegiata che illustra momenti della storia e della cultura a Roma tra Seicento e Settecento, attraverso dipinti, sculture e opere d’arte decorativa. Gli eventi e l’arte dei pontificati che si succedono nei decenni si intrecciano a quelli delle grandi famiglie come i Barberini, i Rospigliosi, i Braschi, i Torlonia. Le immagini dei luoghi raccontano feste e cerimonie sacre e profane, giochi e divertimenti, architetture urbane, ville e giardini. Sarà così possibile conoscere segreti e piccoli e grandi dettagli che solo un esperto può raccontare.


Call for Papers: John Keats’s Early Poems, 1814-1817

2014-10-31

Keats - Shelley House

An Academic Seminar organized by the Keats-Shelley Memorial Association and the Keats Foundation, and supported by the British School at Rome.
In order to mark the bicentenary of the composition of ‘Imitation of Spenser’ (1814), John Keats’s earliest known poem, the Keats-Shelley Memorial Association and the Keats Foundation are jointly hosting a day academic seminar on 31 October, Keats’s birthday, at the Keats-Shelley House in Rome.

Proposals for papers are invited on any subject focusing on, or relating to, Keats’s early poems, from ‘Imitation of Spenser’ itself up to the publication of his first full-length volume, Poems (1817).


"Vincenzo Giustiniani, anno 1606: il viaggio nel Nord Europa" - Giulia Fusconi. XI Ciclo di Conferenze curato da Alvar González Palacios

2014-10-08

Museo Napoleonico

Anche quest’anno l’Associazione degli Amici dei Musei di Roma organizza nelle sale Impero del Museo Napoleonico un ciclo di conferenze curato da Alvar Gonzales Palacios. Il ciclo di quest’anno, dal titolo Italiani in Viaggio, tratterà le vicende in terra straniera di artisti, letterati e intellettuali italiani dall’antichità al Novecento.

"Vincenzo Giustiniani, anno 1606: il viaggio nel Nord Europa" - Giulia Fusconi


"Belzoni in Egitto" - Eugenio Busmanti. XI Ciclo di Conferenze curato da Alvar González Palacios

2014-10-22

Museo Napoleonico

Anche quest’anno l’Associazione degli Amici dei Musei di Roma organizza nelle sale Impero del Museo Napoleonico un ciclo di conferenze curato da Alvar Gonzales Palacios. Il ciclo di quest’anno, dal titolo Italiani in Viaggio, tratterà le vicende in terra straniera di artisti, letterati e intellettuali italiani dall’antichità al Novecento.

"Belzoni in Egitto" - Eugenio Busmanti


"Mario Praz in Inghilterra" - Patrizia Rosazza-Ferraris. XI Ciclo di Conferenze curato da Alvar González Palacios

2014-11-12

Museo Napoleonico

Anche quest’anno l’Associazione degli Amici dei Musei di Roma organizza nelle sale Impero del Museo Napoleonico un ciclo di conferenze curato da Alvar Gonzales Palacios. Il ciclo di quest’anno, dal titolo Italiani in Viaggio, tratterà le vicende in terra straniera di artisti, letterati e intellettuali italiani dall’antichità al Novecento.

"Mario Praz in Inghilterra" - Patrizia Rosazza-Ferraris


"Elegie dal mondo estremo: Ovidio sul Mar Nero" - Roberto Andreotti. XI Ciclo di Conferenze curato da Alvar González Palacios

2014-11-26

Museo Napoleonico

Anche quest’anno l’Associazione degli Amici dei Musei di Roma organizza nelle sale Impero del Museo Napoleonico un ciclo di conferenze curato da Alvar Gonzales Palacios. Il ciclo di quest’anno, dal titolo Italiani in Viaggio, tratterà le vicende in terra straniera di artisti, letterati e intellettuali italiani dall’antichità al Novecento.

"Elegie dal mondo estremo: Ovidio sul Mar Nero" - Roberto Andreotti


"Corrado Giaquinto alla Corte dei Borbone in Spagna" - Federico De Melis. XI Ciclo di Conferenze curato da Alvar González Palacios

2014-12-03

Museo Napoleonico

Anche quest’anno l’Associazione degli Amici dei Musei di Roma organizza nelle sale Impero del Museo Napoleonico un ciclo di conferenze curato da Alvar Gonzales Palacios. Il ciclo di quest’anno, dal titolo Italiani in Viaggio, tratterà le vicende in terra straniera di artisti, letterati e intellettuali italiani dall’antichità al Novecento.

"Corrado Giaquinto alla Corte dei Borbone in Spagna" - Federico De Melis


"Cosimo III di Toscana in Spagna" - David Garcìa Cueto. XI Ciclo di Conferenze curato da Alvar González Palacios

2015-01-21

Museo Napoleonico

Anche quest’anno l’Associazione degli Amici dei Musei di Roma organizza nelle sale Impero del Museo Napoleonico un ciclo di conferenze curato da Alvar Gonzales Palacios. Il ciclo di quest’anno, dal titolo Italiani in Viaggio, tratterà le vicende in terra straniera di artisti, letterati e intellettuali italiani dall’antichità al Novecento.

"Cosimo III di Toscana in Spagna" - David Garcìa Cueto


"Benedetto e Filippo Pistrucci a Londra tra arte e politica" - Lucia Pirzio Biroli Stefanelli. XI Ciclo di Conferenze curato da Alvar González Palacios

2015-02-11

Museo Napoleonico

Anche quest’anno l’Associazione degli Amici dei Musei di Roma organizza nelle sale Impero del Museo Napoleonico un ciclo di conferenze curato da Alvar Gonzales Palacios. Il ciclo di quest’anno, dal titolo Italiani in Viaggio, tratterà le vicende in terra straniera di artisti, letterati e intellettuali italiani dall’antichità al Novecento.

“Benedetto e Filippo Pistrucci a Londra tra arte e politica” - Lucia Pirzio Biroli Stefanelli


"Il Cardinale Enrico Caetani a Varsavia" - Roberto Valeriani. XI Ciclo di Conferenze curato da Alvar González Palacios

2015-02-25

Museo Napoleonico

Anche quest’anno l’Associazione degli Amici dei Musei di Roma organizza nelle sale Impero del Museo Napoleonico un ciclo di conferenze curato da Alvar Gonzales Palacios. Il ciclo di quest’anno, dal titolo Italiani in Viaggio, tratterà le vicende in terra straniera di artisti, letterati e intellettuali italiani dall’antichità al Novecento.

"Il Cardinale Enrico Caetani a Varsavia" - Roberto Valeriani


All is New in Art. Lezioni sulle innovazioni tecnologiche e metodologiche in ambito culturale e imprenditoriale

from 2014-04-10 to 2014-12-11

Fondazione Pastificio Cerere


Italiani in viaggio. XI Ciclo di Conferenze curato da Alvar González Palacios

from 2014-03-26 to 2015-02-25

Museo Napoleonico

Anche quest’anno l’Associazione degli Amici dei Musei di Roma organizza nelle sale Impero del Museo Napoleonico un ciclo di conferenze curato da Alvar Gonzales Palacios. Il ciclo di quest’anno, dal titolo Italiani in Viaggio, tratterà le vicende in terra straniera di artisti, letterati e intellettuali italiani dall’antichità al Novecento.


Venerdì da leggere!

from 2013-12-20

Biblioteca Ennio Flaiano


hotel termini station rome


free wifi rome hotel
central Hotel Rome
First Class central hotel in Rome
. Ateneo Garden Palace ™ Hotel Address: Via dei Salentini 1/3, Rome, Italy.
Tel: +39 06/4440042. Fax: +39 06/4453621. City Zone of Rome : City Center Termini University La Sapienza San Lorenzo
GeoCoordinates +41° 53' 54.86", +12° 30' 40.25"